L'ALCHIMISTA

ultimo aggiornamento:02/05/02

HOME PAGE

ATTIVITA`

CORSI

NEGOZIO

  INFO

ATTIVAZIONI PSICHICHE

ATTIVAZIONI
PSICHICHE

RICERCA DEI
TALENTI

PARABOLA DEI
TALENTI

   

Parabola dei Talenti

A questo proposito desidero ricordare che anche nel Vangelo (Matteo 25,14 -29) troviamo un insegnamento analogo.

Infatti, nella parabola dei talenti Gesù esorta proprio ad utilizzare le capacità ricevute e avverte di ciò che succede a chi invece non le impegna e non le mette a frutto.

Gesù racconta che un uomo, dovendo partire per un lungo viaggio, chiamò i suoi servi e consegnò loro i suoi beni.
Ad uno diede cinque talenti, all'altro due e al terzo uno solo e partì.

Il servo che aveva ricevuto cinque talenti andò subito a negoziarli e ne guadagnò altri cinque.Anche quello che ne aveva ricevuti due, ne guadagnò altri due. Invece il servo che aveva ricevuto un solo talento, temendo di perderlo, fece un buco nella terra e ve lo nascose.

Dopo tanto tempo ritornò il padrone e chiamò i servi a render conto.

Quello che aveva ricevuto cinque talenti ne presentò altri cinque e il padrone allora lo benedisse e gli regalò i dieci talenti.
Si presentò poi il secondo che aveva ricevuto due talenti dicendo: "Signore, mi hai dato due talenti e io ne ho guadagnati altri due".
Il padrone ringraziò anche questo servo e regalò anche a lui i quattro talenti.

Infine si presentò il servo che aveva ricevuto un talento solo e lo riconsegnò al padrone dicendo: "Ho avuto paura di perderlo e lo ho nascosto sotto terra, ecco, prendi ciò che ti appartiene".
Il padrone allora gli tolse l'unico talento, perché non l'aveva fatto fruttare e lo cacciò.

La parabola si conclude con queste parole: "...poiché a chi ha, sarà dato in sovrabbondanza, ma a chi non ha sarà tolto anche quello che ha."

Sembra un crudeltà, vero?

D'altra parte a che serve avere delle capacità se non si usano?

Chissà quante volte avrete sentito questa parabola, senza notare all'insegnamento che porta con sé.

 

 

INIZIO PAGINA