L'ALCHIMISTA

ultimo aggiornamento:06/10/06

Home Page

AttivitÓ

Corsi

Negozio

Info

METODO FELDENKRAIS (R)

Introduzione

   

Francesca Fabris

Biografia di Feldenkrais

BIOGRAFIA DI "MOSHE FELDENKRAIS"

Moshe Feldenkrais nasce nel 1904 a Baranovitz in Russia, all'etÓ di circa tredici anni lascia da solo la casa paterna ed emigra in Palestina, dove lavora come pioniere costruendo strade e case, e impara le arti marziali di autodifesa.

Fu tutor di studenti problematici, studenti che erano stati rifiutati da tutti gli altri tutor.
Gia qui si fece stimare per la sua abilitÓ nella conoscenza e applicazione dei metodi di apprendimento personale.

Fu probabilmente il denaro che guadagn˛ con questo lavoro che gli permise in etÓ adulta nel 1928 di riprendere gli studi a Parigi, dove alla facoltÓ di scienze della Sorbona si laurea in ingegneria meccanica ed elettrica.
Sempre alla Sorbona consegue poi il dottorato in fisica, lavora e collabora come ricercatore nel laboratorio di Joliot-Curie (premio Nobel nel 1938) alla ricerca sulla fissione nucleare.

Era un appassionato giocatore di calcio, praticante ed insegnante di jujitsu, e sempre a Parigi viene prima a contatto e poi allievo di Jigoro Kano, ottiene la cintura nera di Jud˛ e fonda il primo club di jud˛ in Francia, insegnando e scrivendo libri su questa disciplina.
Si puo` considerare uno dei principali diffusori dello Jud˛ nell'ovest.

All'invasione tedesca di Parigi nel 1940 si rifugia in Inghilterra, dove lavora come scienziato nella ricerca sottomarina per il Ministero della Marina Britannica, e nel frattempo continua anche a insegnare Jud˛ e tecniche di autodifesa.

Fu in quel periodo che riaffior˛ e si aggrav˛ un vecchio problema al ginocchio causato da un incidente giocando a calcio anni prima.
Collegando le sue conoscenze scientifiche, alla sua formazione nelle arti marziali, inizio quindi un processo di rieducazione delle proprie abitudini di movimento.
Costretto a letto speriment˛ per mesi movimenti sottili, perfezion˛ la sua consapevolezza chinestetica fino ad arrivare a sentire i sottili collegamenti neuromuscolari tra tutte le parti di se stesso.
Cominci˛ ad applicare la sua conoscenza della meccanica e della fisica, e i suoi studi di neurofisiologia, anatomia e neuropsicologia al problema della rieducazione del suo ginocchio.
Riuscý ad imparare a camminare con efficienza e senza dolore, elaborando e dando cosi inizio a quel lavoro sul corpo che sarÓ chiamato Metodo Feldenkrais (
R).

Riunisce le sue intuizioni, elaborando il concetto originale del "rapporto tra mente e corpo, creando una vastissima serie di esercizi pratici a supporto delle sue intuizioni ed espone tutto cio` in modo organico nel rivoluzionario libro "Body and Mature Behaviour" (Il corpo e il comportamento maturo) nel 1949.

Il metodo Feldenkrais(R), attraverso un lavoro sul corpo agisce direttamente sulla riorganizzazione dei programmi neurologici esistenti dietro ogni movimento, permettendo al sistema nervoso del soggetto di utilizzare programmi pi¨ funzionali; per usare le stesse parole di Feldenkrais, il risultato di questo lavoro e che i movimenti prima impossibili diventano possibili, quelli possibili diventano facili e quelli facili diventano eleganti.
I suoi punti di vista sull'ansia, sulla depressione, sull'importanza della diramazione vestibolare dell'ottavo nervo cranico sono, oggi, universalmente riconosciuti e accettati.

Nel 1951 torna a vivere in Israele, dove diventa il primo direttore del Dipartimento Elettronico delle Forze di Difesa dell'esercito israeliano.
Dopo anni di lavoro pratico su migliaia di persone, e di relativo anonimato verso gli anni 70 ottenne fama e riconoscimenti internazionali per i suoi lavori.
Si rec˛ negli Stati Uniti dove fu apprezzato da studiosi quali l'antropologa Margaret Mead Pribram, Karl Pribram, direttore del laboratorio di Neruropsicologia della Stanford University, Heiz M. Von Foerster, Jonas Salk, Milton Erickson, Gregory Bateson.
Collabora con il dipartimento di Psicologia dell'universitÓ di Tel Aviv, e si dedica all'insegnamento del suo metodo in Europa, negli Stati Uniti e Israele.
Tra i suoi allievi: David Ben Gurion, Margaret Mead, Peter Brook, Yehudi Menuhin, Leonard Bernstein, Moshe Dayan.

Muore in Israele a Tel Aviv nel luglio 1984.

 

INIZIO PAGINA